21ª edizione del Festival del Film di Sarajevo

Questa manifestazione culturale internazionale, la cui prima edizione si è svolta nel 1995, mentre la capitale bosniaca era stretta d'assedio, ha l'ambizione di sostenere e promuovere il cinema e gli autori della regione. Si tiene dal 14 al 22 agosto 2015.

Durante l'evento sono presentati corti e lungometraggi di giovani registi dell'Europa orientale e meridionale, nonché produzioni indipendenti. Il Festival è una piattaforma professionale della settima arte in una regione in cui il Consiglio d'Europa è molto attivo. I temi trattati nelle opere in competizione spesso si ricollegano ai valori difesi dall'Organizzazione. Molte di tali produzioni sono del resto cofinanziate da Eurimages, il Fondo creato dal Consiglio d'Europa a sostegno del cinema europeo.

Il Consiglio d’Europa ribadisce il suo sostegno al Festival del Film di Sarajevo e organizzerà una serie di eventi a margine delle proiezioni.

Premio per il miglior lungometraggio Premio per il miglior lungometraggio

Il premio "Cuore di Sarajevo per il miglior lungometraggio", sponsorizzato dal Consiglio d’Europa, è andato al film “Mustang”, diretto dalla regista turca Deniz Gamze Ergüven. Le giovanissime protagoniste - Güneş Şensoy, Doga Doğuşlu, Tuğba Sunguroğlu, Elit İşcan e Ilayda Akdoğan -, hanno ricevuto, collettivamente, il premio per migliore attrice.

Conferenza di alto livello Conferenza di alto livello

Data: 14 agosto (9.30 - 19.00)
Luogo: Sarajevo

In occasione dell'apertura del 21° Festival del Film di Sarajevo, una conferenza di alto livello sul ruolo della donna nell'industria cinematografica europea sarà organizzata sotto gli auspici della Presidenza della Bosnia-Erzegovina del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa.

Biblioteca Vivente Biblioteca Vivente

Data: 20 agosto (14.30 - 17.30)
Luogo: Festival Square

Data: 21 agosto (11.00 - 18.00)
Luogo: Café Meeting Point          

La Biblioteca Vivente è un metodo innovativo concepito per promuovere il dialogo, ridurre i pregiudizi e favorire la comprensione. La Biblioteca Vivante funziona esattamente come una Biblioteca classica: i lettori prendono in prestito un libro per un tempo limitato. Ma vi è una differenza: i libri della Biblioteca Vivente sono degli esseri umani e tra loro e i lettori si instaura un dialogo personale.

I libri della Biblioteca Vivente sono delle persone che rappresentano gruppi confrontati di frequente a pregiudizi e stereotipi e che sono spesso vittime di discriminazione, pregiudizio ed esclusione sociale.

Video Video
"Diritti delle persone LGBT"

Proiezione degli spot del Consiglio d’Europa prima di ogni film
Luogo: cinema all’aperto

A proposito dell'edizione 2015 A proposito dell'edizione 2015
Dossier e pagine connessi Dossier e pagine connessi
Edizioni precedenti Edizioni precedenti