Indietro

Sessione plenaria invernale 2021 in formato ibrido

Strasburgo 25-28 gennaio 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

L’Assemblea parlamentare (APCE) terrà la sua sessione plenaria invernale in formato ibrido, consentendo quindi ai propri membri di collegarsi a distanza o di essere presenti a Strasburgo. L’Assemblea discuterà delle considerazioni etiche, giuridiche e pratiche connesse ai vaccini anti-Covid-19. Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore generale dell’OMS, si rivolgerà ai parlamentari nel quadro di tale dibattito.

Sono state presentate tre richieste di dibattito secondo la procedura d’urgenza su “L’arresto e la detenzione di Alexei Navalny nel gennaio 2021”, “L’aggravarsi della situazione in Bielorussia ” e “La libertà di espressione (Articolo 10 della CEDU) minacciata dai ‘Colossi del Web”, e una richiesta di dibattito di attualità sul “Divieto dell’utilizzo del russo e delle altre lingue delle minoranze nazionali in Ucraina”.

Tra gli altri argomenti all'ordine del giorno figurano il profiling etnico, le restrizioni alle attività delle ONG negli Stati membri dell'OMS e la discriminazione nei confronti delle persone con malattie croniche e di lunga durata.

Durante la sessione, l'APCE eleggerà il/la Vice Segretario/a generale del Consiglio d'Europa, il/la Segretario/a generale dell'Assemblea, nonché i giudici alla Corte europea dei diritti dell'uomo per la Grecia e la Svizzera. Queste diverse elezioni si svolgeranno attraverso voto elettronico individuale.

Il Commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, si rivolgerà ai membri dell'Assemblea e risponderà alle loro domande, così come il Ministro federale degli Affari esteri della Germania, Heiko Maas (nell'ambito della Presidenza tedesca del Comitato dei Ministri) e la Segretaria generale del Consiglio d'Europa, Marija Pejčinović Burić.

Saranno inoltre discusse le seguenti questioni: l’indipendenza dei giudici in Polonia e nella Repubblica di Moldova (con la partecipazione di Sabine Leutheusser-Schnarrenberger, ex ministra della Giustizia della Repubblica federale tedesca), l’attuazione delle sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo, l’evoluzione della procedura di monitoraggio dell’Assemblea e il dialogo post-monitoraggio con il Montenegro.

Maggiori informazioni


Contatti Contatti

Divisione Relazioni con i media del Consiglio d'Europa:
 

pressunit@coe.int
 

+33 3 88 41 25 60