La strategia del Consiglio d'Europa per combattere la povertà è diretta a rafforzare la coesione sociale in Europa e prevenire e combattere l'esclusione sociale. Il Consiglio d'Europa dispone, inoltre, di strumenti giuridici quali: la Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo, che stabilisce i diritti e le libertà fondamentali, e la Carta Sociale europea che stabilisce i diritti sociali, ivi compreso il diritto alla protezione contro la povertà e il diritto all'alloggio.

Ogni anno, il Consiglio d'Europa partecipa alla celebrazione della Giornata internazionale per l'eliminazione della povertà e organizza una cerimonia davanti alla riproduzione della pietra commemorativa, simbolo del rifiuto della povertà, sul piazzale del Palais de l'Europe, a Strasburgo.

Nata dall'iniziativa di Padre Joseph Wresinski e di circa 100,000 difensori dei diritti umani riuniti il 17 ottobre 1987 sulla piazza del Trocadero a Parigi, per esprimere il loro rifiuto della miseria e per esortare l'umanità ad unirsi per far rispettare i diritti umani, tale Giornata viene celebrata in questa data, ogni anno dal 1992.

2021 2021
Segretaria generale Strasburgo 19 ottobre 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Segretaria generale: povertà e tratta sono violazioni dei diritti umani

Quante persone ancora cadranno in povertà? Quante persone ancora, di conseguenza, si ritroveranno vittime della tratta?

Esprimendosi in una cerimonia che celebra la Giornata internazionale dell’eliminazione della povertà e la Giornata europea contro la tratta di esseri umani 2021, Marija Pejčinović Burić ha chiesto un coordinamento essenziale tra lo Stato, la società civile e i sindacati e il settore privato.

Sono necessarie azioni efficaci per affrontare il terribile e crescente problema della tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento del lavoro, la principale forma di reato di tratta di esseri umani in molti paesi europei.

La Segretaria generale ha menzionato la sua tabella di marcia per potenziare l’azione del Consiglio d’Europa in questo ambito, nonché un compendio di buone pratiche e orientamenti pubblicati dal Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani come strumenti per aiutare le autorità nazionali a combattere tali abusi.

Il Comitato dei Ministri ha istituito un comitato di redazione che stilerà per i governi una raccomandazione completa, pratica e innovativa sulla prevenzione e la lotta contro la tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento lavorativo. Si baserà sul lavoro del Consiglio d’Europa e sull’esperienza di altre organizzazioni internazionali tra cui OIL, UNODC e OSCE.

Come evidenziato da Pejčinović Burić, eliminare la povertà e prevenire la tratta di esseri umani richiede determinazione, coraggio e impegno, nonché la collaborazione di tutti noi, a livello nazionale e internazionale e anche sul campo.

L'evento in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della povertà e della Giornata europea contro la tratta è stata un'iniziativa della Conferenza delle OING.


 Discorso della Segretaria generale

Pietre commemorative in onore delle vittime della povertà estrema Pietre commemorative in onore delle vittime della povertà estrema

25 copie della pietra commemorativa in onore delle vittime dell'estrema povertà, che si trova a Parigi, sono state deposte in luoghi simbolici, in 10 paesi attraverso i 4 continenti. Il 21 maggio 1993, una di queste pietre è stata deposta ai piedi della scalinata del Consiglio d'Europa a Strasburgo, il occasione dell'incontro europeo "Ponti tra le frontiere dell'esclusione" che aveva riunito 400 giovani, provenienti da 18 paesi.