Indietro

Verso il pieno riconoscimento dei diritti delle persone LGBTI in Europa

19 aprile 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
© Konstantin Gastmann

© Konstantin Gastmann

Durante il semestre della Presidenza tedesca del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa, nel 2020 e 2021, il Ministero federale per la famiglia, gli anziani, le donne e i giovani (BMFSFJ) ha dedicato un'attenzione particolare ai diritti delle persone LGBTI. Insieme all'Osservatorio per gli sviluppi sociopolitici in Europa, il 5 maggio il BMFSFJ ospiterà un evento online incentrato sulla raccomandazione del Consiglio d'Europa del 2010, sulle misure volte a combattere la discriminazione basata sull'orientamento sessuale o sull'identità di genere.

Sebbene le norme sui diritti umani abbiano una portata universale, il grado di riconoscimento e di rispetto dei diritti e dei bisogni delle persone LGBTI varia considerevolmente da paese a paese, all'interno dell'Unione Europea e del Consiglio d'Europa. Questo evento sarà l'occasione per fare il punto sulla situazione dei diritti delle persone LGBTI in Europa, in un contesto di regressione politica in questo campo, e per riflettere su iniziative concrete e misure strategiche che potrebbero favorire la piena attuazione della raccomandazione del 2010. L'evento segue la conferenza internazionale dal titolo "Intersezionalità e politiche LGBTI in Europa: realtà delle donne lesbiche* e riconoscimento delle famiglie arcobaleno", tenuta nel novembre 2020.


Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web