Premio 2018 Premio 2018

Il Centro europeo per i diritti dei Rom riceve il Premio Raoul Wallenberg per la sua lotta contro il razzismo e le violazioni dei diritti umani

Consiglio d'Europa Strasburgo 17 gennaio 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Il Centro europeo per i diritti dei Rom riceve il Premio Raoul Wallenberg per la sua lotta contro il razzismo e le violazioni dei diritti umani

Il Centro europeo per i diritti dei Rom (ERRC), con sede a Budapest, ha ricevuto oggi il Premio Raoul Wallenberg del Consiglio d’Europa per la sua lotta contro la discriminazione, il razzismo anti-Rom e le violazioni dei diritti dei Rom attraverso azioni giudiziarie innovative, ricerche basate sui fatti e l’elaborazione di politiche.

Il 17 gennaio 1945, Raoul Wallenberg, un diplomatico svedese che utilizzò il suo status per salvare decine di migliaia di ebrei dall’Olocausto, fu arrestato a Budapest. Il Premio, istituito nel 2012 dal Consiglio d’Europa su iniziativa del Governo svedese e del Parlamento ungherese, ha lo scopo di mantenere vivo il suo ricordo e le sue straordinarie azioni.

Il Segretario generale del Consiglio d'Europa Thorbjørn Jagland, durante il conferimento del Premio di 10.000 EUR a Ðorđe Jovanović, Direttore dell’ERRC, ha dichiarato: “Sebbene sia motivo di rammarico il fatto che persone e comunità nel nostro continente siano ancora soggette ad abusi e maltrattamenti, è giusto che premi come questo pongano in evidenza problemi che altrimenti potrebbero essere trascurati e rendano omaggio alle persone che svolgono azioni straordinarie per combatterli”.

“Sono lieto di dichiarare che il Premio 2018 viene conferito a un’organizzazione che abbatte le barriere per la più grande minoranza in Europa, il popolo rom; un’organizzazione la cui energia, la cui tenacia e la cui fiducia nello Stato di diritto consentono di garantire i diritti dei Rom; un’organizzazione il cui coraggio e la cui determinazione sono fonte di ispirazione per i giovani rom e mostrano loro un futuro pieno di possibilità”.

Organizzazione giuridica di pubblica utilità diretta da Rom e con personale a maggioranza rom, l’ERRC si è dimostrato perseverante ed efficace nella lotta contro il razzismo nei confronti dei Rom e le violazioni dei diritti umani in numerosi paesi, ha aggiunto il Segretario generale.


Premio 2016 Premio 2016

Aiuto ai rifugiati nel Mediterraneo: l’associazione greca “Agkalia” vince il Premio Raoul Wallenberg

Consiglio d'Europa Strasburgo 13 gennaio 2016
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Aiuto ai rifugiati nel Mediterraneo: l’associazione greca “Agkalia” vince il Premio Raoul Wallenberg

La giuria del Premio Raoul Wallenberg  2016 del Consiglio d’Europa ha conferito oggi il Premio ad Agkalia, un’associazione greca che opera sull’isola di Lesbo, per i risultati eccezionali in ambito di prima assistenza fornita a migliaia di rifugiati, indipendentemente dalla loro origine o religione.

Sull’isola di Lesbo, diventata una porta di ingresso europea per i rifugiati, Agkalia ha fornito un riparo temporaneo, cibo, acqua e aiuti medici alle persone in difficoltà, assistendo circa 17.000 rifugiati e migranti da maggio 2015. Agkalia è inoltre impegnata nella promozione della tolleranza e dei diritti umani.

Fondata da Padre Efstratios (“Papa-Stratis”), deceduto a settembre 2015, Agkalia ha continuato a ricevere un sostegno costante e i suoi associati devoti portano avanti le iniziative di Padre Efstratios.

“In qualità di organizzazione locale piccola e flessibile basata sul volontariato, Agkalia è l’esempio di azione efficace da parte della società civile europea sulle attuali questioni globali”, ha affermato il Segretario generale Thorbjørn Jagland durante la cerimonia di premiazione. “Agkalia fa la vera differenza per le persone che raggiungono l’isola dopo una pericolosa traversata in mare. Le sue attività rispecchiano i valori fondamentali del Consiglio d’Europa e contribuiscono a promuovere e tutelare i diritti umani in Europa e oltre i suoi confini”.

“Solo l’umanesimo e l’intolleranza possono portare giorni migliori in Europa in questo momento buio”, ha affermato il rappresentante dell’associazione Agkalia Georgios Tyrikos-Ergas nel suo discorso durante la cerimonia. “Gli europei, i volontari provenienti da così tante nazioni che hanno risposto alla nostra richiesta di aiuto danno l’esempio di come sia possibile raggiungere questo risultato attraverso la solidarietà. Utopia o meno, lo abbiamo visto in Grecia con i nostri occhi”.

Il Premio Raoul Wallenberg del Consiglio d’Europa che ammonta a 10.000 euro è stato istituito nel 2012 su iniziativa del Governo svedese e del parlamento ungherese. Il primo premio, biennale, è stato conferito a gennaio 2014 a Elmas Arus, regista cinematografico turco di origine rom.

Si consulti anche:

Discorso di Tyrikos-Ergas George, Efstathiou-Selacha Katerina, Efstathiou-Selacha Eleni - (della ONG Agkalia)
Video
Intervista ai vincitori
18 Dicembre - Giornata internazionale dei migranti


Premio 2014 Premio 2014

Elmas Arus, regista turca di origini rom, è la vincitrice del Premio Raoul Wallenberg

Il Premio Raoul Wallenberg del Consiglio d'Europa è stato consegnato a Elmas Arus, giovane regista turca di origine rom durante una cerimonia che ha avuto luogo il 17 gennaio a Strasburgo.  Il Premio riconosce il contributo eccezionale di Elmas Arus a favore della sensibilizzazione sulle condizioni dei Rom in Turchia e altrove.

Dopo avere visitato oltre 400 quartieri rom in 38 città della Turchia, in compagnia di un gruppo di volontari tra il 2001 e il 2010, Elmas Arus ha filmato 360 ore di documenti di archivio. Il materiale raccolto ha consentito la realizzazione di un documentario di un'ora sulle problematiche che devono affrontare i diversi gruppi rom in Turchia. La regista ha inoltre fondato un'organizzazione non governativa "Zero Discrimination", il cui esempio è stato seguito da numerose altre: esistono oggi oltre 200 associazioni rom in Turchia. Il lavoro di Elmas Arus si è rivelato fondamentale nell'elaborazione della politica del 2009 del governo turco di "apertura ai rom''.

La cerimonia ha avuto inizio alle ore 12:00 presso il foyer del Comitato dei Ministri, Palais de l'Europe.

Premio 2012 Premio 2012

Raoul Wallenberg 2012

Strasburgo, 2 ottobre 2012 - Nel 1944 a Budapest, il diplomatico svedese Raoul Wallenberg salvò diverse decine di migliaia di ebrei dall’Olocausto. Le sue azioni dimostrano come il coraggio e la capacità di una persona possano fare la differenza e costituiscono un esempio per tutti noi invitandoci alla mobilitazione contro la persecuzione, la xenofobia e l’antisemitismo.

Il governo svedese celebra quest’anno il centenario della sua nascita con diversi eventi organizzati in tutto il mondo.

Una cerimonia commemorativa, organizzata dai Rappresentanti Permanenti di Svezia e Ungheria, avrà luogo il 2 ottobre alle ore 14.30 presso il foyer del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa. La cerimonia sarà seguita dall’inaugurazione dell’esposizione dedicata alla vita di Raoul Wallenberg, in mostra all’ingresso del Palais de l’Europe dal 1° al 12 ottobre.