Il 26 settembre 2007, il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa decise di indire una ''Giornata europea contro la pena di morte'', che da allora si tiene ogni anno il 10 ottobre. Il Consiglio d' Europa ha svolto un ruolo determinante nel processo che ha trasformato l' Europa in uno spazio libero dalla pena di morte sin dal 1997. Tale giornata costituisce un contributo europeo alla Giornata mondiale contro la pena di morte che si celebra ogni anno lo stesso giorno.

Consiglio d'Europa Strasburgo 9 ottobre 2017
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
L’Europa contro la pena di morte

Il Consiglio d’Europa, composto da 47 Paesi,  e l’Unione europea, che ne conta 28, hanno pubblicato un comunicato congiunto in occasione della Giornata europea e mondiale contro la pena di morte, il 10 ottobre.

La dichiarazione sottolinea la ferma opposizione di entrambe le organizzazioni alla pena capitale in ogni circostanza.

Invita, inoltre, tutti i paesi che ancora ricorrono a tale pratica a commutare le sentenze capitali esistenti e a introdurre una moratoria sulla pena di morte come primo passo verso l’abolizione.

Attraverso la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, il Consiglio d’Europa ha creato una zona libera dalla pena di morte che conta 47 paesi europei e oltre 820 milioni di persone.

Da oltre 20 anni, non è stata eseguita alcuna esecuzione in nessuno degli Stati membri del Consiglio d’Europa.