Indietro

Il Presidente del Comitato dei Ministri informa la Commissione permanente dell'Assemblea parlamentare sulle priorità della Presidenza belga

Comité van Ministers 18 novembre 2014
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Il Vice Primo Ministro e Ministro belga degli Affari esteri, Didier Reynders, ha incontrato il 18 novembre, nell’ambito della Presidenza belga del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa, Anne Brasseur, Presidente dell'Assemblea parlamentare.

Al centro dei colloqui gli strumenti d'azione di cui dispone il Consiglio d'Europa e soprattutto l'Assemblea parlamentare per rispondere alla crisi in Europa, in particolar modo per quanto riguarda la situazione in Ucraina e le relazioni con la Russia.

Il Presidente del Senato belga, Christine Defraigne, ha in seguito assistito a una seduta dell'Ufficio di Presidenza e della Commissione permanente dell'Assemblea parlamentare nel corso della quale il Presidente del Comitato dei Ministri ha discusso delle priorità della Presidenza belga. Reynders ha sottolineato la necessità di una collaborazione tra le organizzazioni internazionali in Europa e ha posto l’accento sulla Conferenza di alto livello sulla responsabilità della Corte e degli Stati membri nell'attuazione della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, che si terrà a Bruxelles il prossimo mese di marzo. Il Presidente del Comitato dei Ministri ha altresì attirato l'attenzione sull'importanza che il Belgio attribuisce alla tutela dei diritti delle persone più vulnerabili, come i bambini. Un evento su come prevenire l’incitamento all’odio su internet e sui social media potenzierà la politica del Belgio in materia di diplomazia preventiva delle atrocità di massa.

I risultati delle azioni e degli eventi organizzati dalla Presidenza belga saranno consolidati nella riunione ministeriale del 19 maggio 2015 a Bruxelles. In tale occasione, saranno definiti con maggiore chiarezza i preparativi per il Vertice del Consiglio d'Europa sulla "Sicurezza Democratica".

 Discorso del Ministro Reynders