Back

Thorbjørn Jagland allarmato per i recenti eventi in Azerbaigian

Segretario generale
Strasburgo 08/02/2013
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Thorbjørn Jagland allarmato per i recenti eventi in Azerbaigian

In risposta alla decisione di oggi della Corte di Appello di Baku di mantenere in stato di detenzione due difensori dei diritti umani, il Segretario generale Thorbjørn Jagland ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"Sono preoccupato per i recenti eventi in Azerbaigian e per la dura risposta delle forze di polizia alle azioni di protesta. Sono scosso in particolare per l'arresto del 4 febbraio di Tofig Yagublu e Ilgar Mammadov, in relazione ai recenti eventi avvenuti nella città di Ismayilli.

Il Sig. Mammadov è il direttore della Scuola di Studi politici di Baku, un partner importante del Consiglio d'Europa. La decisione di oggi della Corte d'Appello di Baku di non rilasciare questi due uomini e il fatto che essa non abbia permesso al rappresentante del Consiglio d'Europa di essere presente al procedimento giudiziario è un fatto molto grave.

Esorto le autorità azere al rispetto dei principi fondamentali e delle norme giuridicamente vincolanti della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, cui il paese ha aderito al momento dell'adesione al Consiglio d'Europa".

L'Azerbaigian e il Consiglio d'Europa


Follow us Follow us

       

Facebook Facebook
@coe on Twitter @coe on Twitter