Per iniziativa del Governo svedese e del Parlamento ungherese, il Consiglio d'Europa ha istituito il Premio Raoul Wallenberg, per ricordare l'azione straordinaria e perpetuare la memoria di questo diplomatico svedese.

A partire dal 2014, il Premio Raoul Wallenberg, di un importo di 10.000 euro, ricompenserà ogni due anni le azioni umanitarie eccezionali realizzate da un individuo, un gruppo di persone o da un'organizzazione. Il Premio sarà consegnato presso il Consiglio d'Europa verso il 17 gennaio, data dell'arresto di Raoul Wallenberg a Budapest nel 1945.

La giuria sarà composta da sette personalità indipendenti riconosciute per le loro profonde qualità morali in materia di diritti umani e lavoro umanitario, designate dal Segretario generale del Consiglio d'Europa, dal Ministero svedese degli Affari esteri, dal comune di Budapest, dall'Istituto Raoul Wallenberg a Lund, dal Comitato internazionale della Croce Rossa, dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e dalla famiglia di Raoul Wallenberg.

premio 2016 premio 2016
Consiglio d'Europa Strasburgo 13 gennaio 2016
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Aiuto ai rifugiati nel Mediterraneo: l’associazione greca “Agkalia” vince il Premio Raoul Wallenberg

La giuria del Premio Raoul Wallenberg  2016 del Consiglio d’Europa ha conferito oggi il Premio ad Agkalia, un’associazione greca che opera sull’isola di Lesbo, per i risultati eccezionali in ambito di prima assistenza fornita a migliaia di rifugiati, indipendentemente dalla loro origine o religione.

Sull’isola di Lesbo, diventata una porta di ingresso europea per i rifugiati, Agkalia ha fornito un riparo temporaneo, cibo, acqua e aiuti medici alle persone in difficoltà, assistendo circa 17.000 rifugiati e migranti da maggio 2015. Agkalia è inoltre impegnata nella promozione della tolleranza e dei diritti umani.

Fondata da Padre Efstratios (“Papa-Stratis”), deceduto a settembre 2015, Agkalia ha continuato a ricevere un sostegno costante e i suoi associati devoti portano avanti le iniziative di Padre Efstratios.

“In qualità di organizzazione locale piccola e flessibile basata sul volontariato, Agkalia è l’esempio di azione efficace da parte della società civile europea sulle attuali questioni globali”, ha affermato il Segretario generale Thorbjørn Jagland durante la cerimonia di premiazione. “Agkalia fa la vera differenza per le persone che raggiungono l’isola dopo una pericolosa traversata in mare. Le sue attività rispecchiano i valori fondamentali del Consiglio d’Europa e contribuiscono a promuovere e tutelare i diritti umani in Europa e oltre i suoi confini”.

“Solo l’umanesimo e l’intolleranza possono portare giorni migliori in Europa in questo momento buio”, ha affermato il rappresentante dell’associazione Agkalia Georgios Tyrikos-Ergas nel suo discorso durante la cerimonia. “Gli europei, i volontari provenienti da così tante nazioni che hanno risposto alla nostra richiesta di aiuto danno l’esempio di come sia possibile raggiungere questo risultato attraverso la solidarietà. Utopia o meno, lo abbiamo visto in Grecia con i nostri occhi”.

Il Premio Raoul Wallenberg del Consiglio d’Europa che ammonta a 10.000 euro è stato istituito nel 2012 su iniziativa del Governo svedese e del parlamento ungherese. Il primo premio, biennale, è stato conferito a gennaio 2014 a Elmas Arus, regista cinematografico turco di origine rom.

Si consulti anche:

Discorso di Tyrikos-Ergas George, Efstathiou-Selacha Katerina, Efstathiou-Selacha Eleni - (della ONG Agkalia)
Video
Intervista ai vincitori
18 Dicembre - Giornata internazionale dei migranti

Maggiori informazioni Maggiori informazioni
A proposito di R. Wallenberg A proposito di R. Wallenberg


Nel 1944, a Budapest, il diplomatico svedese Raoul Wallenberg si è avvalso del suo status per salvare dall'Olocausto decine di migliaia di ebrei. La sua azione eroica dimostra come il coraggio e la capacità di affrontare le situazioni possano permettere di compiere imprese eccezionali e servire da esempio, incoraggiando tutti noi a prendere posizione e ad agire contro le persecuzioni, la xenofobia e l'antisemitismo.

In riconoscimento del suo operato durante la Shoah, lo Stato di Israele ha insignito Wallenberg del titolo di Giusto tra le nazioni. Gli è anche stato conferito il titolo di cittadino onorario di Israele, degli Stati Uniti, del Canada e dell'Ungheria.

Raoul Wallenberg è stato arrestato dalle forze sovietiche il 17 gennaio 1945. Da quel momento la sua sorte resta avvolta nel mistero e si ignora tuttora cosa accadde dopo il suo arresto.