“Itinerario culturale del Consiglio d’Europa” certificato nel 2014

 

I regimi totalitari che hanno caratterizzato gran parte dell’Europa nei decenni centrali del ventesimo secolo hanno avuto un notevole impatto sul paesaggio urbano. Questi regimi hanno fondato e ricostruito città, spesso facendo ricorso ai più avanzati progetti di design architettonico e urbanistico dell’epoca. Oggi, mentre l’Europa democratica si oppone fermamente a questi regimi totalitari, il loro patrimonio architettonico rimane nelle nostre strade come una scomoda eredità.

 

 Patrimonio

Le città coinvolte mostrano tutte degli esempi di design architettonico o urbanistico risalenti a un periodo totalitario, e che spesso presentano forti legami con i regimi. Forlì, Predappio, Tresigallo e molte altre città italiane hanno importanti edifici o quartieri che provengono direttamente dal regime di Mussolini. Labin, Rasa e Uble in Croazia ospitano anch’esse importanti esempi di architettura fascista. Inoltre, il distretto di Iasi, in Romania, così come Sofia e Dimitrovgrad, in Bulgaria, presentano molti esempi di architettura derivante dai regimi totalitari del periodo dell’influenza sovietica.

 

 Viaggiare oggi

L’itinerario culturale Atrium consente di esplorare le complessità sociologiche, ideologiche e geografiche della storia di questi regimi, viste attraverso il prisma dei paesaggi urbani di diverse città. Il viaggiatore può trovare informazioni dettagliate sui diversi siti in un catalogo online (www.atriumroutes.eu) supportato da risorse quali fotografie e immagini, video, file audio e testimonianze orali.

Valori del Consiglio d'Europa

Studiare l’architettura dei regimi totalitari europei, sia fascisti che comunisti, è un modo per promuovere l’identità europea nella sua unità e diversità. L’idea di Europa è nata dalle ferite della Seconda Guerra Mondiale e dalla caduta del Fascismo e del Nazismo. È poi entrata in una nuova fase dopo la caduta del Comunismo, che ha aperto la strada a un’idea più ampia e completa di Europa, basata su valori fondamentali quali la libertà politica, la libertà di espressione e di assemblea, la democrazia e lo stato di diritto.

 

ATRIUM Association
c/o Comune di Forlì - European Projects and International Relations
Via G. Saffi, 18, 1sr First Floor
IT-47121 Forlì (ITALY)
Tel: +39 0543 712918 / 712919
info@atriumroute.eu

Elisa Giovannetti, Presidente
Claudia Castelucci, Direttore

Sito web ufficiale
www.atriumroute.eu

Facebook
Atrium European Cultural Route


Con il sostegno di: