Indietro

Gli itinerari culturali del Consiglio d’Europa ricevono il Premio Europeo Carlos V

YUSTE, SPAGNA 28 MARZO 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Gli itinerari culturali del Consiglio d’Europa ricevono il Premio Europeo Carlos V

Dal comunicato stampa dell’accademia Europea ed Ibero-Americana della Fondazione di Yuste: Gli itinerari Culturali del Consiglio d’Europa ricevono il XIII Premio Europeo Carlos V

 

"La cerimonia di premiazione sarà presenziata dal Re e terrà luogo il 9 Maggio, giorno della Festa dell’Europa, nel Monastero Reale di Yuste.

Rosa Balas, Direttore Generale Azione Esterna della Comunità Autonoma di Estremadura e il Presidente del Comitato Esecutivo dell’Accademia Europea e Ibero-Americana della Fondazione di Yuste, hanno annunciato che la giuria del Premio Europeo Carlo V ha deciso di conferire il suddetto premio agli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa perché « mettono in pratica i valori che tutti noi condividiamo nell’Unione Europea come i diritti umani, la diversità culturale e il dialogo interculturale. Aggiungono, inoltre, che la giuria considera gli itinerari come « un invito a viaggiare e a scoprire la ricchezza della diversità del patrimonio europeo, contribuendo a unire le popolazioni ed i luoghi in network che condividono storia e patrimonio culturale ».

Balas ha spiegato che « questa è la prima volta che un premio non è conferito a una persona bensì ad un programma europeo che ha come fine quello di fare della cultura uno strumento per approfondire la conoscenza dell’Europa e degli Europei ».

Gli Itinerari Culturali uniscono regioni, città e cittadini attorno a progetti comuni che attraversano stati appartenenti o meno all’Unione Europea ma che rinforzano l’immagine e la visibilità dell’Europa all’estero e le relazioni con il resto del mondo» afferma Balas. Ha posto l’accento, da questo punto di vista, che attraverso queste attività, il progetto sviluppa delle risorse chiavi per un turismo responsabile e uno sviluppo sostenibile « contribuendo al processo di integrazione europeo attraverso storia, cultura, patrimonio e cittadinanza attiva, oltre a contribuire ad uno sviluppo sostenibile sociale, culturale ed economico dei territori attraversati dagli itinerari certificati ». In breve, afferma che « la certificazione di Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa è una garanzia d’eccellenza ».

Il premio sarà conferito dal re Felipe VI con una cerimonia che si svolgerà nella chiesa del Monastero Reale di Yuste, per il quarto anno consecutivo nel giorno simbolico della Festa dell’Europa. Seguendo questa prospettiva, il Presidente del Comitato Esecutivo ha fatto notare che l’assegnazione del premio è diventata « l’evento istituzionale più importante ospitato dalla Spagna nel Giorno dell’Europa, un atto di Stato per l’Estremadura e una vera e propria referenza in Europa ».

Nel frattempo, Juan Carlos Moreno Piñero, Direttore dell’Accademia Europea e Ibero-Americana della Fondazione di Yuste, ripercorre la storia del programma degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa, nati nel 1987 con la dichiarazione di Santiago de Compostela come primo Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa. Spiega, inoltre, che lo scopo del programma è « provare con un viaggio attraverso tempo e spazio, come il patrimonio di diversi stati e culture europee contribuisce a definire un patrimonio culturale condiviso ».

Al momento sono 33 gli Itinerari Certificati come « Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa » e che mettono insieme più di 1600 membri da diversi continenti, coinvolgendo un totale di 61 stati da tutto il mondo. La Spagna è una degli stati privilegiati del programma con più di 22 itinerari culturali che attraversano il territorio."


Programma congiunto con l'UE Programma congiunto con l'UE

@CultureRoutes