Назад

Sviluppi nel distretto Varosha di Famagosta, Cipro

Dichiarazione della Segretaria generale Marija Pejčinović Burić
Segretaria generale STRASBURGO 28 luglio 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Sviluppi nel distretto Varosha di Famagosta, Cipro

Siamo profondamente preoccupati per le dichiarazioni del 20 luglio da parte del Presidente turco e del leader della comunità turco-cipriota, riguardanti l’ulteriore riapertura dell’area recintata di Varosha. Questa azione unilaterale è deprecabile in quanto sarebbe in contraddizione con le pertinenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che sono completamente riconosciute dal Consiglio d’Europa. Chiediamo la revoca di questa decisione. Il dialogo tra le due comunità deve essere ripristinato.

Auspichiamo che la dichiarazione rilasciata dalla Presidenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite relativa a Varosha – la parte recintata di Famagosta – contribuirà al rinnovo dei negoziati di pace. Il Consiglio d’Europa è pronto a sostenere le iniziative promosse dalle Nazioni Unite a tale riguardo. I diritti umani di tutti i ciprioti devono essere totalmente rispettati sulla base delle pertinenti risoluzioni dell’ONU e in linea con le tutele fornite dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo.


События События
Присоединяйтесь к нам Присоединяйтесь к нам
       
Фотогалереи Фотогалереи
galleries link
Фейсбук Фейсбук
Твиттер: @Coe @Coe_ru Твиттер: @Coe @Coe_ru