Indietro

Il Segretario generale Marija Pejčinović Burić spiega l'importanza della Convenzione di Istanbul

Segretario generale Venezia 14 ottobre 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Il Segretario generale Marija Pejčinović Burić spiega l'importanza della Convenzione di Istanbul

Rivolgendosi alla Commissione di Venezia durante la sua sessione plenaria di ottobre, il Segretario generale Marija Pejčinović Burić ha invitato tutti i paesi che non vi hanno ancora provveduto a ratificare la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, meglio nota come Convenzione di Istanbul.

“È un trattato senza pari che protegge le donne da ogni forma di violenza”, ha dichiarato. “Assume un approccio a tutto tondo per contrastare la violenza contro le donne e la violenza domestica. Richiede che gli Stati contraenti adottino misure per la prevenzione dei reati, la protezione delle vittime e il perseguimento penale degli autori di tali crimini”.

Nei paesi in cui la Convenzione di Istanbul è entrata in vigore, “i timori dei cittadini concernenti il suo impatto si sono rivelati infondati, mentre le vittime effettive e potenziali, perlopiù donne, sono state assistite e protette in maniera più efficace”.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter