Indietro

Tratta di esseri umani: Monaco deve sensibilizzare l’opinione pubblica e formare i professionisti, prestando particolare attenzione ai diritti delle vittime

Gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani (GRETA) Strasburgo 11 febbraio 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Tratta di esseri umani: Monaco deve sensibilizzare l’opinione pubblica e formare i professionisti, prestando particolare attenzione ai diritti delle vittime

In un nuovo rapporto su Monaco pubblicato oggi, il Gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani del Consiglio d’Europa (GRETA) accoglie le iniziative intraprese dal paese, ma invita le autorità monegasche ad adottare misure legali e pratiche volte a rispettare i diritti umani delle vittime. 

Sebbene a Monaco non sia stata finora identificata alcuna vittima della tratta, il GRETA sottolinea la necessità di elaborare un documento di orientamento sulla prevenzione della tratta, la formazione dei professionisti del settore, la protezione delle vittime e il perseguimento penale dei trafficanti. 

Il rapporto sottolinea anche l'importanza di identificare tutte le vittime e di garantire loro l'accesso ad adeguate misure di assistenza e protezione per assisterle nel loro recupero fisico, psicologico e sociale.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter