Dettagli del Trattato n°194

Protocollo n° 14 alla Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà fondamentali, il quale emenda il sistema di controllo della Convenzione (*)
Titolo Protocollo n° 14 alla Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà fondamentali, il quale emenda il sistema di controllo della Convenzione (*)
Riferimento STCE n°194
Apertura del trattato Strasburgo, 13/05/2004  - (*) Dalla sua entrata in vigore, questo Protocollo costituisce parte integrante del Trattato STE 5 ed è chiuso ad atti giuridici.
Entrata in vigore 01/06/2010  - Ratifiche delle Parti del Trattato STE 005. Vedi "Madrid Agreement of 12 May 2009".
Riassunto

Il presente protocollo si propone di apportare le modifiche, come l'introduzione di un nuovo criterio di ricevibilità, il trattamento di casi che si ripetono o casi chiaramente inammissibili, per un più efficace funzionamento della Corte europea dei Diritti del'Uomo.

Sulla base del Protocollo, il Comitato dei Ministri, sulla base di una decisione presa a maggioranza dei due terzi, avrebbe maggiori poteri per avviare un'azione giudiziaria davanti alla Corte in caso di inottemperanza alla sentenza da parte di uno stato. Il Comitato dei Ministri avrebbe anche il nuovo potere di chiedere alla Corte l'interpretazione di una sentenza. Questa facoltà è destinata ad assistere il Comitato dei Ministri nel suo compito di supervisione dell'attuazione delle sentenze, in particolare nel determinare quali misure siano necessarie per ottemperare ad una sentenza.

Gli altri provvedimenti previsti nel Protocollo vertono sulla modifica dei termini del mandato dei giudici ad un unico mandato di nove anni, e su una norma che consenta l'adesione dell'Unione europea alla Convenzione.

Testi ufficiali
Testi DE, IT, RU
Link correlati Firme e ratifiche
Riserve et Dichiarazioni
Rapporto esplicativo
Testi correlati
Siti correlati
Condividi
Fonte: Ufficio dei Trattati, http://conventions.coe.int - * Disclaimer.