Back

La Segretaria generale esprime serie preoccupazioni per le violazioni dei diritti umani in Bielorussia

Segretaria generale Strasburgo 8 settembre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
La Segretaria generale esprime serie preoccupazioni per le violazioni dei diritti umani in Bielorussia

La Segretaria generale del Consiglio d'Europa, Marija Pejčinović Burić, ha rilasciato la seguente dichiarazione sulla Bielorussia:

"Il Consiglio d'Europa è fortemente preoccupato per le ultime minacce ai diritti umani in Bielorussia. Le segnalazioni di casi di molestie e persecuzioni nei confronti dei membri del Consiglio di coordinamento sono estremamente preoccupanti, così come i nuovi arresti dei rappresentanti della società civile e di semplici manifestanti. L'intimidazione di massa dei cittadini da parte di agenti governativi o di altri attori è assolutamente inaccettabile e deve cessare. Continuare con tali pratiche illegali presenta un evidente rischio di deteriorare ulteriormente la già difficile situazione con conseguenze imprevedibili. Vi è il pericolo che la Bielorussia vada alla deriva verso uno stato di illegalità e di persecuzione politica".

"A nome del Consiglio d'Europa, chiedo i dirigenti bielorussi di porre fine a questi sviluppi repressivi. Non c'è altro modo se non quello di impegnarsi in un dialogo equo e aperto con la società civile per preparare e condurre senza indugio le riforme necessarie. Il Consiglio d'Europa rimane pronto ad offrire la sua assistenza in questo senso".


 Discorso di Svetlana Tikhanovskaya dinanzi alla Commissione Affari politici dell'APCE 


follow us follow us

       

Galleries Galleries
galleries link
Facebook Facebook
@coe on Twitter @coe on Twitter