Back

Dichiarazione della Segretaria generale del Consiglio d'Europa in seguito alla sentenza della Corte costituzionale polacca

Segretaria generale Strasburgo 24 novembre 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Dichiarazione della Segretaria generale del Consiglio d'Europa in seguito alla sentenza della Corte costituzionale polacca

La Segretaria generale del Consiglio d'Europa, Marija Pejčinović Burić, ha rilasciato la seguente dichiarazione in seguito alla sentenza emessa oggi dalla Corte costituzionale polacca:

"I 47 Stati membri del Consiglio d'Europa, tra cui la Polonia, si impegnano a garantire i diritti e le libertà sanciti dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo, così come interpretati dalla Corte europea dei diritti dell'uomo. Essi sono altresì tenuti a dare esecuzione alle sentenze della Corte di Strasburgo".

"La decisione resa oggi dalla Corte costituzionale polacca è senza precedenti e suscita gravi preoccupazioni. Analizzeremo con attenzione la sua motivazione e i suoi effetti".


European Court of Human Rights judgments in cases of human rights violations have led to the improvement of people’s lives across Council of Europe member states.


follow us follow us

       

Galleries Galleries
galleries link
Facebook Facebook
@coe on Twitter @coe on Twitter