Asset Publisher Asset Publisher
Обратно

Polonia: occorrono ulteriori misure per attuare la Carta europea delle lingue regionali o minoritarie

Committee of Experts of the European Charter for Regional or Minority Languages Strasburgo 17 dicembre 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Polonia: occorrono ulteriori misure per attuare la Carta europea delle lingue regionali o minoritarie

Dalla sua entrata in vigore in Polonia nel 2009, la Carta europea delle lingue regionali o minoritarie si applica alle seguenti lingue: armeno, bielorusso, ceco, tedesco, karaim, casciubo, lemco, lituano, romani, russo, slovacco, tataro, ucraino e yiddish. In un nuovo rapporto, il Comitato di Esperti, che valuta gli atti giuridici, i regolamenti e le prassi in vigore nei vari Stati per quanto riguarda le loro lingue regionali o minoritarie, ha constatato che la situazione di queste lingue varia notevolmente e che la scelta fatta dalla Polonia di applicare gli stessi impegni all’insieme di tali lingue solleva problemi per l’attuazione della Carta.

Secondo il rapporto, malgrado l’esistenza di un quadro giuridico e il sostegno finanziario fornito dalle autorità nei settori dell’istruzione, dei media o della cultura, si rivelerebbe necessario un approccio maggiormente proattivo e strutturato per garantire l’attuazione delle disposizioni che sono state ratificate. Sarebbe opportuno elaborare una strategia relativa all’applicazione della Carta per ciascuna delle lingue, conformemente agli impegni ratificati e alle raccomandazioni elaborate a seguito del monitoraggio, in collaborazione con i locutori delle diverse lingue. L’insegnamento nelle lingue regionali o minoritarie, come previsto negli impegni ratificati, resta raro e il modello più diffuso rimane l’insegnamento della lingua unicamente come materia scolastica. È stato predisposto un sistema di sovvenzioni generose da parte delle autorità nazionali agli enti locali per sostenere l’insegnamento delle lingue regionali o minoritarie; tuttavia, il modo in cui è stato previsto e attuato deve essere adeguato, per garantire maggiore trasparenza ed efficacia. Restano inoltre preoccupanti i problemi legati alla fornitura di manuali scolastici e alla formazione degli insegnanti.

Occorrerebbero ulteriori misure nel settore dei media, in cui resta ancora una sfida la realizzazione del progetto ambizioso di creare un canale radiofonico e televisivo pubblico per ciascuna lingua. I programmi nelle lingue regionali o minoritarie sono infatti diffusi soltanto in alcune di esse.

Questo terzo  rapporto di valutazione del Comitato di esperti è basato sulla situazione politica e giuridica prevalente al momento della visita effettuata dal Comitato di esperti in Polonia nel giugno 2021.


 Sintesi in polacco

 Comunicato stampa
Polonia: occorrono ulteriori misure per attuare la Carta europea delle lingue regionali o minoritarie


Asset Publisher Asset Publisher
3 October 2022 Dublin (Farmleigh House) (hybrid - 9 a.m.-5.45 p.m. G.M.T.)

International conference on children’s rights in Dublin

5-7 October 2022 Chania (Crete, Greece)

Cultural Routes Annual Advisory Forum

Показване на уеб съдържанието Показване на уеб съдържанието
Показване на уеб съдържанието Показване на уеб съдържанието
Показване на уеб съдържанието Показване на уеб съдържанието

       

Показване на уеб съдържанието Показване на уеб съдържанието
galleries link
Показване на уеб съдържанието Показване на уеб съдържанието
Показване на уеб съдържанието Показване на уеб съдържанието