Dal 2012, il Consiglio d'Europa ha adottato il Programma e Bilancio biennale.
 


Nel Programma e Bilancio 2014-2015, il nostro lavoro sarà incentrato su tre pilastri operativi: diritti dell'uomo, democrazia e stato di diritto […] Portiamo avanti con molta serietà il nostro impegno nei confronti degli Stati membri e degli europei. Riteniamo inoltre che una delle nostre grandi responsabilità consista nel gestire le risorse in modo razionale; questo è il motivo per cui cerchiamo sempre di evolvere per creare un'organizzazione più mirata, più flessibile e più efficiente. In questo modo riusciamo a ridurre la burocrazia, a modernizzare le procedure e a valutare i metodi con lo scopo di raggiungere un buon rapporto costi-efficienza.

Thorbjørn Jagland
Segretario Generale

 

Provenienza dei finanziamenti

Il bilancio è principalmente finanziato dai contributi degli Stati membri. I contributi nazionali vengono calcolati sulla base della popolazione e del prodotto interno lordo di ogni Stato. I grandi contribuenti (Francia, Germania, Italia, Federazione russa e Regno Unito) contribuiscono al bilancio ordinario con lo stesso tasso, pari a circa il 57% del totale. Gli Stati possono inoltre offrire contributi volontari per sostenere finanziariamente il programma di lavoro del Consiglio d'Europa. I programmi congiunti con L'Unione europea consentono all'Organizzazione di potenziare il suo impatto e la sua capacità operativa.
 

Utilizzo dei finanziamenti

I finanziamenti vengono utilizzati per l'attuazione del Programma, strutturato sulla base di tre pilastri tematici: diritti dell'uomo (che comprende la Corte europea dei diritti dell'uomo), stato di diritto e democrazia e il pilastro dei servizi di sostegno che raggruppano gli organi dirigenziali, i servizi generali e altre linee di spese comuni. Il Programma e Bilancio per il 2014-2015 comprende 31 programmi operativi che ricoprono il settore intergovernativo, le istituzioni, gli accordi parziali e i meccanismi indipendenti.
 

Adozione del Programma e Bilancio

Il Programma e Bilancio è proposto dal Segretario Generale e approvato dal Comitato dei Ministri. Il Programma è approvato per due anni mentre il Bilancio su base annuale (il secondo esercizio viene approvato a titolo provvisorio).

Bilancio 2012

Programma e Bilancio 2014-2015
 

Quote di finanziamento
 

Quote di finanziamento

Bilancio ordinario per pilastro
 

Bilancio ordinario per pilastro

Cifre principali Cifre principali

Bilancio TOTALE 2015:

373 milioni €
 

Bilancio ordinario:

245 milioni €
 

Accordi parziali e altro:

128 milioni €
 

Programmi congiunti con l'Unione europea:

Obiettivo: 30 milioni €
 

Contributi volontari:

Obiettivo: 30 milioni €
 

Stati membri:

47
 

Accordi parziali/allargati:

13
 

funzionari con:

Più di 2.500

(base principalmente a Strasburgo)
 

Presenza esterna:

9 uffici esterni

6 uffici di programma

4 uffici di collegamento

 

Auditing indipendente della gestione finanziaria dell'Organizzazione effettuato da parte di un revisore esterno (2008-2013: Corte dei Conti, Francia – 2014-2019: NIK, Polonia). Il bilancio è conforme alle norme IPSAS, auditing senza riserve dal 2007.

Una definizione di bilancio basata sui risultati è stata scelta come metodo di programmazione e definizione del bilancio per misurare la performance e per una maggiore responsabilizzazione.