27 gennaio - Memoria dell'Olocausto

La mattina del 27 gennaio 1945 circa settemila uomini erano ancora detenuti nei campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Oltre un milione di deportati trovò la morte ad Auschwitz. La stima degli ebrei sterminati ammonta a sei milioni.

Il Consiglio d'Europa ha promosso la Giornata della Memoria e della prevenzione dei crimini contro l'umanità. Si tratta di un'iniziativa adottata nell'ottobre 2002 dai Ministri dell'Istruzione di tutti i paesi membri del Consiglio d'Europa. Ad eccezione della Germania e della Francia, che hanno scelto la data della liberazione di Auschwitz per commemorare la Giornata della Memoria (27 gennaio), per gli altri Paesi la data varia a seconda delle rispettive esperienze storiche.

Il Consiglio d'Europa, inoltre, collabora con gli insegnanti nella preparazione delle lezioni didattiche sul Giorno della Memoria mettendo loro a disposizione documenti e materiale informativo. Lo scopo è quello di sensibilizzare gli studenti nei confronti delle pagine nere della nostra storia, analizzando le tematiche del genocidio e di tutti i crimini contro l'umanità al fine di promuoverne la prevenzione, la comprensione, la tolleranza e il dialogo tra nazioni, razze e religioni.

Edizione 2014

27 gennaio - In occasione della Giornata della memoria dell'Olocausto, sarà organizzata la proiezione del documentario di creazione "KARUSSELL" con la partecipazione della regista, Ilona Ziok. Il film narra la vita dell'attore Kurt Gerron (compagno di Martlène Dietrich in "L'angelo azzurro") che, detenuto a Theresienstadt, crea un cabaret - Der Karussel - all'interno del campo. Il film ritrae l'atmosfera di questo cabaret con canzoni interpretate dalle star di oggi (Ute Lemper, Max Raabe, Ben Becker…).
Il film ha ricevuto numerosi premi internazionali e un sostegno finanziario da parte del fondo Eurimages.
Sala di proiezione del Consiglio d'Europa, ore 12:30 versione sottotitolata in inglese, ore 17:00 versione sottotitolata in francese.

26 gennaio - Itinéraires des femmes résistantes (Gli itinerari delle donne della resistenza)
La testimonianza di una sopravvissuta, una rappresentazione teatrale, esposizioni di ritratti di donne e intermezzi musicali fanno parte del programma di questo evento, organizzato congiuntamente dal Centre européen du resistant déporté e dal Consiglio d'Europa. (Centre européen de la jeunesse - CEJ, 30 rue Pierre de Coubertin, Strasburgo. Dalle 14:00 alle 18:00)