Indietro

La Commissione di monitoraggio dell’Assemblea parlamentare propone di riaprire la procedura di controllo nei confronti della Turchia

Assemblea parlamentare Strasburgo 8 marzo 2017
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
La Commissione di monitoraggio dell’Assemblea parlamentare propone di riaprire la procedura di controllo nei confronti della Turchia

La Commissione di monitoraggio dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (PACE) ha proposto oggi di riaprire la procedura di controllo  nei confronti della Turchia per potenziare la cooperazione con le autorità turche e tutte le forze del paese e assicurare in tal modo il rispetto delle libertà fondamentali, dello Stato di diritto e della democrazia.

Otto mesi dopo il fallito colpo di Stato in Turchia e la dichiarazione dello stato di emergenza, la Commissione di monitoraggio esprime preoccupazione per un “grave deterioramento del funzionamento delle istituzioni democratiche” nel paese. Nel loro rapporto, adottato dalla Commissione, Marianne Mikko (Estonia, SOC) e Ingebjørg Godskesen (Norvegia, EC) sottolineano che il governo ha adottato “misure sproporzionate” che vanno oltre a quanto consentito dalla Costituzione turca e dal diritto internazionale ed esprimono preoccupazione per la portata delle purghe effettuate nell’amministrazione pubblica (150.000 funzionari licenziati), nell’esercito, nel sistema giudiziario e nell’insegnamento. Il rapporto indica che sono stati licenziati un quarto dei giudici e dei pubblici ministeri, un decimo dei poliziotti, il 30 per cento del personale del Ministero degli Affari esteri e 5.000 accademici.

Articolo integrale - La Commissione di monitoraggio dell’Assemblea parlamentare propone di riaprire la procedura di controllo nei confronti della Turchia


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter