Indietro

21 marzo 2017: Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale

Dichiarazione di Ioannis Kasoulides, Presidente del Comitato dei Ministri e Ministro cipriota degli Affari esteri
Presidenza del Comitato dei Ministri Strasbourgo 20 marzo 2017
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
21 marzo 2017: Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale

Mi unisco a tutti coloro che, nel mondo, celebrano la Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale.

Troppe persone continuano a subire discriminazioni a causa del colore della loro pelle o della loro origine etnica. La situazione è particolarmente preoccupante in Europa, dove i movimenti populisti e nazionalisti sono in aumento. I migranti e i rifugiati sono tra le prime vittime di questa tendenza preoccupante e sono spesso usati come bersagli o come capri espiatori.

Lottare contro il razzismo è oggi più importante che mai. Ognuno ha un ruolo da svolgere e noi, politici e personalità pubbliche, abbiamo la responsabilità di preservare la forza e l'apertura delle nostre società europee e costruire comunità inclusive, senza discriminazione.

Abbiamo il dovere collettivo di opporci al razzismo e a ogni forma di discriminazione in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Il Consiglio d'Europa è, e rimarrà, un attore importante nel promuovere l’uguaglianza fondamentale di tutti gli esseri umani".

Consultare anche:


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter