Who we are


Chi siamo


Il Consiglio d’Europa è la principale organizzazione di difesa dei diritti umani del continente. Include 47 Stati membri, 28 dei quali fanno anche parte dell’Unione europea. Tutti gli Stati membri del Consiglio d’Europa sono segnatari della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, un trattato concepito per proteggere i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto.

La Corte europea dei diritti dell’uomo supervisiona l’attuazione della Convenzione negli Stati membri. Individui singoli possono denunciare violazioni dei diritti umani alla Corte di Strasburgo, una volta che tutte le possibilità di appello siano state esaurite nello Stato membro in questione. L’Unione europea si sta preparando a firmare la Convenzione europea dei diritti dell’uomo, creando così uno spazio giuridico europeo comune per più di 820 milioni di cittadini.

Sede e uffici

Il Consiglio d’Europa ha il proprio quartier generale a Strasburgo, Francia, dove lavorano 2.200 persone. Il Consiglio d’Europa comprende uffici esterni e di collegamento con altre organizzazioni internazionali. I Centri europei della gioventù a Strasburgo e a Budapest offrono formazione ai giovani in materia di democrazia e diritti umani.

 

Il Palais de l’Europe

Progettato dall’architetto francese Henry Bernard e inaugurato nel 1977, il Palais de l’Europe è l’edificio principale del Consiglio d’Europa. La struttura del Palais, con l’entrata costeggiata dalle bandiere di tutti gli Stati membri, conferisce la sensazione di una solida fortezza, in contrasto con le forme curvilinee e l’aspetto armonioso degli interni. Il palazzo rispecchia i valori di unità, forza, fiducia e cordialità che caratterizzano il lavoro svolto all’interno di queste mura. L’esterno dell’edificio è ornato da un mosaico variegato di colori, con il rosa dei contrafforti in cemento, il grigio della facciata rivestita di alluminio e il bronzo delle ampie vetrate. Un prato all’inglese in leggera pendenza conduce all’edificio. Questa distesa verde, ove un tempo si ergeva la Maison de l’Europe – struttura antecedente al Palais – custodisce numerose opere d’arte che sono state offerte al Consiglio d’Europa.

 

L'Agora

L’Agora (“luogo di riunione” in greco antico), inaugurato nell’aprile 2008 e progettato dagli studi di architetti Art & Build (Bruxelles) e Denu et Paradon (Strasburgo), è l’edificio più nuovo del Consiglio d’Europa. Proclamato come migliore ufficio del 2008 (premio MIPIM), l’Agora offre una sintesi di modernità, efficacia e rispetto dell’ambiente. La sua ampia facciata in vetro delimita due atrii interni circondati dalle sale conferenza rivestite in rame prepatinato. Tali spazi sono dominati da un tetto in rame, dal quale si levano due camini solari, concepiti per consentire la ventilazione naturale degli atrii. Questa struttura all’avanguardia testimonia l’impegno del Consiglio d’Europa a favore dell’ambiente.

 

Il Palazzo dei Diritti dell’Uomo

Inaugurato nel 1995, il Palazzo dei Diritti dell’Uomo si erge lungo la curva dell’III, il fiume che attraversa Strasburgo. Rappresenta una delle opere più significative del grande architetto britannico Lord Richard Rogers, ideatore del Centro Georges-Pompidou, del Millenium Dome di Londra e dell’edificio dell’Assemblea nazionale del Galles. Situato sull’altra sponda del fiume rispetto all’edificio Louise Weiss del Parlamento europeo dell’Ue, il progetto del Palazzo dei Diritti dell’Uomo fa fede allo stile modernista e funzionale di Lord Rogers. Carico di simbolismi (la facciata evoca la bilancia della giustizia) l’edificio colpisce al primo sguardo, grazie all’impiego di materiali moderni (ampio utilizzo di vetro quale metafora di trasparenza). La parte anteriore del Palazzo dei Diritti dell’Uomo è costituita da due sale cilindriche riservate all’udienza della Corte europea dei Diritti dell’Uomo. Intorno a questi due volumi si sviluppa il corpo centrale, che consiste in degli spazi riservati al pubblico, costituiti da elementi circolari di metallo, vetro e pietra arenaria dei Vosgi e in una zona riservata agli uffici, più semplice e sobria.

 

Direzione europea per la qualità dei medicinali (DEQM)

L’edificio della DEQM è situato dietro l’Agora. Progettato dagli studi di architetti Art & Build (Bruxelles) e Denu et Paradon (Strasburgo), è stato inaugurato nel marzo 2007. La struttura curvilinea in legno e vetro fonde tra loro estetica moderna e funzionalità contemporanea. Il palazzo è sede di laboratori, uffici e sale di riunione, che consentono di rafforzare il ruolo svolto dall’Organizzazione in materia di controllo della qualità dei medicinali in Europa e altrove.

 

Il Centro europeo della Gioventù

Progettata dagli architetti norvegesi Lund & Slaatto, questa costruzione funzionale e contemporanea, che ospita dal 1972 decine di migliaia di giovani provenienti da ambienti diversi, si trova nel quartiere di Wacken. Il Centro europeo della Gioventù, in quanto esempio significativo di architettura moderna scandinava, fonde tra loro il cemento e l’alluminio, conferendo un effetto rigoroso e sorprendente.